Monthly Archives: settembre 2013

Cosa è l’aeromodellismo

aeromodellismo che passione!

Per definizione, l’aeromodellismo è quell’attività praticata con oggetti volanti di dimensioni ridotte sui quali non è presente un equipaggio, controllati a distanza o in volo libero. Le leggi fisiche che stanno alla base di questa disciplina sono comuni a tutte le altre discipline aviatorie, che in diversi modi portano l’uomo a volare.

Fra le attività del tempo libero, l’aeromodellismo è certamente una delle più complete e suggestive; esso è nel contempo studio e ricerca, manualità e tecnologia, abilità e spirito agonistico. Definire l’aeromodellismo un hobby è limitativo in quanto esso, nella sua più completa accezione, comporta l’ideare, progettare, costruire e mettere a punto una macchina volante e, in più, l’essere capaci di ottenere da essa delle prestazioni che permettano di partecipare con successo a delle competizioni.

 

 

Soprattutto dagli anni Cinquanta in poi l’aeromodellismo ha perso l’aspetto propedeutico legato all’aviazione civile e militare diventando un’attività a sè stante, integrata e organizzata nell’ambito delle attività aeronautiche civili.

Alla struttura di tipo organizzativo, le cui competenze vanno dalla promozione, al sostegno, alla difesa degli interessi e alla gestione tecnica sportiva, si affianca una struttura commerciale. Quest’ultima mette a disposizione degli utenti una gamma completa di materiali, accessori, apparecchiature e attrezzature, fino alle scatole di montaggio. È stato questo sviluppo commerciale che ha portato l’aeromodellismo ad essere conosciuto anche al grande pubblico.

 

 

Le conoscenze e le capacità necessarie per diventare un buon aeromodellista sono alla portata di tutte le persone normalmente dotate. A proposito di doti naturali, ve ne è una essenziale: la pazienza; pazienza nella scelta dei materiali, pazienza nella costruzione delle parti delicate o complesse, pazienza nelle prove di messa a punto; questa dote è però strettamente legata all’interesse a queste attività.

La via migliore per apprendere queste conoscenze è quella di frequentare un corso teorico-pratico di aeromodellismo o di appoggiarsi ad un conoscente o amico già esperto aeromodellista e associarsi ad un gruppo aeromodellistico, alfine di poter usufruire dei consigli degli aeromodellisti esperti. Inoltre le conoscenze si aquisisiscono integrato il tutto con la lettura delle pubblicazioni specializzate.

 

Un’attività che si rivolge ai giovani

Prima nell’ordine delle discipline aviatorie a poter essere praticata per ragioni di età in quanto non vi sono limiti, l’aeromodellismo è uno sport che si rivolge e trova successo anche e soprattutto tra i giovani. Nella struttura di un Gruppo aeromodellisti, il giovane interessato trova la possibilità di avvicinarsi a questa disciplina senza un investimento iniziale.

 

 

Con l’introduzione al volo su un aeromodello a doppio comando di proprietà del Gruppo, il principiante sperimenta le prime evoluzioni aeree. All’interno della sede sociale i Gruppi propongono dei corsi di aeromodellismo dove il giovane senza alcuna esperienza riceve le prime nozioni di costruzione e di aerodinamica. Con questa attività il giovane ha la possibilità di maturare nelle capacità manuali ed intellettuali, sviluppando nel contempo lo spirito di gruppo. Una parte importante dell’attività aeromodellistica si svolge nel locale di costruzione (a casa o in locali messi a disposizione dai Gruppi aeromodellisti), inizialmente per l’assemblaggio dell’aeromodello e in seguito per la manutenzione e se necessario per eventuali riparazioni. L’attività di gruppo si svolge sui campi di volo o all’interno delle sedi sociali in occasione di ritrovi settimanali o di giornate informative.

 

 

L’interesse, l’impegno, l’esperienza acquisita e un innato senso di sfida può negli anni portare a far sì che le tecnologie usate in questa disciplina si evolvano in continuazione fino al punto da essere identiche, anche se in scala ridotta, alle tecnologie usate nell’aviazione vera.

 

Un trampolino di lancio verso il futuro

Tutti coloro che praticano questo sport, giovani e meno giovani, ne ricavano un indiscusso arricchimento. Le istanze a livello svizzero come l’Ufficio Federale dell’Aviazione Civile, le scuole svizzere di volo, le truppe d’aviazione e l’Aero Club Svizzero sono concordi nell’affermare che l’aeromodellismo è il punto di partenza ideale per ogni carriera aviatoria. Numerosi sono i piloti privati, professionali e militari che hanno fatto i primi passi nel mondo dell’aviazione con l’aeromodellismo.

 

 

Allo stato attuale della tecnica l’aeromodellismo è un’attività scientifica seria e come tale riconosciuta. Come nell’aviazione vera, l’aeromodellista apprende nozioni di aerodinamica e meccanica di volo. Con l’aspetto della costruzione si apprendono conoscenze nel campo dei materiali, delle tecniche di lavorazione, della meccanica, dell’elettronica e dell’informatica comuni all’aviazione vera e ad altre discipline tecniche. Vi sono poche attività legate al tempo libero che permettono un simile sviluppo della creatività toccando nel contempo numerosi campi della tecnica.

L’idea di creare un aeromodello, la sua costruzione, la verifica delle sue qualità aerodinamiche, le modifiche costruttive fino a raggiungere la perfezione richiedono una grande abilità artigianale ed un preciso senso del volo, qualità indispensabili per poter praticare questa disciplina a livello competitivo.

 

Troppa potenza non sempre è un vantaggio!

Troppa potenza non sempre è un vantaggio!
I modelli R/C da addestramento, normalmente sono progettati per motori classe .40 a 2Tempi Glow, e spesso volano meglio con motori che sono al minimo delle loro richieste (ad esempio un modello che indica come motore .40 -.51 spesso vola meglio con un .40 (6,55 cc che non con un .51 (8cc) Infatti una potenza maggiore, richiederà un maggior controllo del motore da parte vostra, e quindi una cosa in più da imparare in fretta!

Al contrario, piloti esperti spesso utilizzano  motori al vertice delle indicazioni della Ditta: questo perchè la potenza in piu’ da la possibilità di maggiori manovre acrobatiche, ed i piloti con un po’ di esperienza, sanno come utilizzarla.


  • 2- Tempi o 4 Tempi?
    Riferiamoci alla Introduzione ai Motori per un paragone sui tipi di motore. In breve, i 2 tempi sono più economici e più facili da gestire, ma i 4 tempi offrono oltre ad un suono piu’ realistico, un economia nel consumo di miscela.
  • Con cuscinetti a sfere o su bronzine?
    Alcuni motori per aerei hanno l’albero motore supportato da bronzine, altri invece hanno … cuscinetti a sfere. Se il basso costo è la vostra priorità, utilizzate motori con bronzine. Se preferite un motore che duri qualcosa in piu’ e che giri meglio cercate un motore con cuscinetti a sfere.

Modellismo?: Aeromodelli Radiocomandati

Modellismo?: Aeromodelli Radiocomandati
Mattina di sole con vento quasi calmo, un prato, una pista o un pendio, ed il vostro modello in aria! E’ il vostro primo decollo, e nulla puo’ descrivere l’eccitazione di questo momento.

Il vostro modello sale nel cielo con Voi come pilota!

Chi vuole iniziare questo affascinante hobby ha bisogno di:

  • Un kit di aermodello
  • accessori di vario genere secondo il tipo di modello
  • Motore appropriato e radiocomando

Nasce qui il primo dubbio: comprare  una Scatola di Montaggio o un Quasi Pronto al volo (ARF)?

Alcuni dei modelli che vendiamo sono dei kit che voi dovrete costruire e rivestire; altri invece sono ‘quasi pronti al volo’ (in inglese “almost ready-to-fly” or ARF) e stanno diventando sempre piu’ diffusi. Grazie alla loro grande prefabbricazione, essi richiedono poche sere di lavoro per approntarli definitivamente. I Pronti Al VOLO (RTF o ready-toFly) richiedono ancora meno lavoro!

Potrete trovare decine di modelli R/C nel nostro sit, sia come kit che come ARF e come RTF, tra cui addestratori (trainers), modelli in scala, warbirds, e riproduzioni.  3098_2.jpg (7827 byte)

Noi vi suggeriamo fortemente di imparare a volare con un bravo istruttore. Ci sono molti clubs sparsi ovunque,  e se nelle nostre possibilità vi indicheremo il piu’ vicino a voi.

 

Tutto quello che occorre sapere per iniziare l’aeromodellismo!

Tutto quello che occorre sapere per iniziare l’aeromodellismo!

 

Per molte persone la bellezza di un aeroplano ècessna182.jpg (11425 byte) nelle sue linee e nelle sue curve.

Per un pilota, la bellezza del disegno delle linee include quello che il progetto può far fare.  Questa sensazione è vera anche per un pilota R/C. La differenza tra un pilota vero ed un modellista è che 3090_1.jpg (13218 byte)quest’ultimo rimane sul terreno ed ha piccole conseguenze da una differenza di progetto. Come conseguenza di cio’ il modellista puo’ volare con qualsiasi tipo di macchina, da quella dei fratelli Wright, fino al magnifico Space Shuttle.

Voi potete far volare un aeromodello!

 

Come posso iniziare?

  • Cercate come volete iniziare; a questo proposito esistono libri e video per modellisti, anche se purtroppo, quasi esclusivamente in lingua inglese. O prima di passare alle ‘cose vere’, potete provare un simulatore di volo sul vostro PC
  • Trovate un istruttore. Con un istruttore potrete imparare più velocemente e con più facilità. Se la radio del vostro istruttore ha un sistema allievo-maestro, potete comprare una radio compatibile, connettere le due, e volare con meno rischio per il vostro modello.
  • Lasciate che F3Modellismo vi aiuti. Lo staff di F3Modellismo vi saprà dare tutte le informazioni ed il supporto tecnico che vi occorrerà.

Domande piu’ comuni.


Quanto costa?

Molto dipende dal vostro budget.Potete spendere, per un modello  base dai 150-200 euro fino a….. Esistono modelli che costano meno, ma molto spesso sono ‘giocattoli’ spesso molto difficoltosi da far volare (se non impossibili) e dei quali alla prima rottura non troverete mai un ricambio.

Quanto è veloce un modello?
I trainers, normalmente vanno ad una velocità intorno ai 50km/h, e possono atterrare intorno ai 20km/h. Pero’ ci sono modelli che possono raggiungere tranquillamente velocità di 300-350km/h!!

Quanto puo’ andare lontano un modello?
Il raggio di un moderno apparato radio è di circa un chilometro e mezzo.  Ma per mantenere il controllo dovrete mantenere il vostro modello molto più vicino. Un modello di circa 1,8 metri di apertura alare appare molto piccolo già a 6-700 metri.

Cosa accade se la miscela finisce quando sono in volo?
Contrariamente a cio’ che normalmente si crede, si continua a governare il   modello anche se il motore si ferma. Voi farete semplicemente veleggiare il vostro modello fino all’atterraggio. Il sistema di radiocomando ha le sue batterie indipendenti dal motore.

Siete nel posto giusto!.

Qualche volta avete avuto il desiderio di pilotare:

  •   un Caccia?

  • un sottomarino?

  • una Fomula 1?

Siete  nel posto giusto!.

  Radiocomandare e’ l’avere il pieno controllo di un modello in scala reale che sta aspettando il vostro prossimo comando!

I modelli radiocomandati sono completamente diversi dai giocattoli che trovate negli Ipermercati: hanno parti meccaniche vere e funzionanti ed hanno soluzioni tecniche all’avanguardia.

Se state cercando un rilassante pomeriggio, allora c’è un modello R/C, aereo, terrestre o marino per VOI. Il trucco è nel partecipare e divertirvi!